Il nuovo Turismo dell’esperienza

Oggi il contesto turistico è dominato dalla soggettività ed il cliente-viaggiatore ne è cosciente e vuole partecipare alla creazione del prodotto.

Infatti grazie anche alle tecnologie web 2.0, oggi il cliente gestisce il controllo delle informazioni ed egli stesso le crea.

Le imprese devono prendere atto che la situazione è cambiata e concentrarsi sempre più nel soddisfare un turista esperto, esigente, infedele.

Tutto questo implica un cambio di prospettiva sia per le organizzazioni turistiche sia per gli operatori di settore in quanto il turismo esperienziale è un turismo di long tail, lunga coda (vedi. Anderson), un turismo che implica una micro-segmentazione ed una personalizzazione molto avanzata.

Non siamo più nell’epoca del turismo di massa o standardizzato dove il prodotto viene offerto indifferentemente dai gusti e dalle esigenze specifiche del cliente.

Ossia ad ogni cliente lo stesso piatto, la stessa camera lo stesso servizio indistintamente.

Ora il gioco è più complesso e sono imprescindibili qualità, servizio personalizzato e nuovi prodotti adatti al nuovo viaggiatore per competere.

Tags :

Leave a comment