I viaggiatori cambiano il metodo di ricerca online

Rispetto al 2000, la percentuale di chi prenota online la propria vacanza è aumentata del 37%.
“Il comportamento di ricerca viaggi dei consumatori è cambiato negli ultimi anni grazie alla progressiva familiarità con gli strumenti tecnologici e all’aumento esponenziale di portali dedicati ai viaggi e turismo”, afferma Peter C. Yesawich, chairman e CEO di Ypartnership.

I siti delle destinazioni sia nazionali sia delle località vengono visitati come seconda opzione dal 23% dei consumatori, seguiti per il 22% dalle OLTA (On-Line Travel Agencies) come Expedia e Travelocity.
Il National Travel MONITOR Americano afferma che oggi il 66% dei viaggiatori leisure utilizza Internet per pianificare alcuni aspetti della propria vacanza (nel 2000 si trattava solo del 35%) mentre il 56% dei viaggiatori afferma di prenotare online.

I comportamenti di ricerca cambiano totalmente se si tratta di ricerche per prenotare un volo o un alloggio. I consumatori, infatti, in questo caso, cercano, come prima opzione, nei siti delle OLTA (rispettivamente il 42% e il 31%). In un secondo tempo, indirizzano le ricerche alla compagnia aerea specifica (41%), seguita da portali brand specifici di hotel e catene (21%).
I Meta search engines che comparano prezzi di voli sono visitati da 1 viaggiatore su 10 nel momento della scelta finale (13%).

(fonte: hotel marketing Ypartnership USA)

Tags :

Leave a comment